04
11
2016

Ecosistema – Vitamina C, un nome fatto su misura degli artigiani del digitale

 Dove è nato il nome di VitaminaC, ci sono una trentina di giovani creativi che condividono uno spazio diventato piccolo nel giro di dieci anni. Stiamo parlando di Moskito, agenzia grafica scaturita dall’idea di Evelina Borghesan e Giulia Salvioni: sono loro che nel 2006, poco più che neo laureate, si sono create un lavoro, con due computer e una scrivania ricavandosi uno spazio dentro lo studio di un familiare. Nel linguaggio che va per la maggiore questa si definisce una start up di successo: voglia di fare, tante idee e dieci anni per diventare una S.r.l. Ma se si chiede a loro come si definiscono, la risposta è “artigiani del digitale”.

Oggi da qui passano progetti di comunicazione di EBay Italia, Francia e Spagna si lavora con 10 paesi in sei lingue differenti, ma soprattutto 24 su 30 delle persone sedute ai tavoli hanno meno di 30 anni;

E nonostante ci siano i big da seguire non si dimenticano i clienti piccoli come il sistema Bibliotecario dei Laghi con il quale Moskito collabora fin dalla sua nascita. Non siamo nella silicon valley, ma a Varese, a una manciata di chilometri da Milano, la capitale italiana del design e della creatività: eppure una decina tra grafici e creativi arrivano ogni mattina proprio da Milano per lavorare in quello che Francesca Volpe, una delle più giovani creative di Moskito, definisce un ambiente “stimolante, giovane e dinamico”. Anche Francesca, laureata alla Naba (Nuova Accademia di Belle Arti), arriva ogni giorno dal capoluogo lombardo. E’ a Moskito da due anni e mezzo e ha lavorato al progetto per dare un nome al nostro Hub Sociale del Lavoro Condiviso. «Per trovare il nome abbiamo fatto una ricerca su quello che esisteva già, ma soprattutto ci siamo ispirate al colore arancione e all’idea di qualcosa di nuovo e pieno di energia». A supervisionare il lavoro, fin da subito, c’è stata Iris Ranzani, che è in Moskito è da 5 anni, dopo la laurea in Design della Comunicazione al Politecnico di Milano. Lei ha vissuto la fase in cui l’agenzia è cresciuta a ritmo sostenuto per diventare quello che è oggi, ma senza perdere la sua impronta iniziale

«In Moskito lavoriamo sempre a stretto contatto con il cliente – racconta – per trovare ogni volta una soluzione o un’idea su misura. Per questo ci definiamo artigiani che lavorano però nel mondo del digitale, ossia con l’utilizzo di strumenti che vanno al di là di quelli puramente grafici».

Così all’interno dell’agenzia ci sono competenze che riguardano sviluppo di software, indicizzazione Seo, utilizzo dei social media e strategie di marketing.
Anche se siamo assolutamente nel mondo del profit, l’incontro quasi casuale con una realtà come Vitamina C ha potuto contare su di un’immediata sintonia. «In passato ci è capitato di seguire anche realtà sociali, come ad esempio alcune Cooperative – racconta Iris -. Quello che forse davvero ci ha permesso di lavorare bene è la nostra voglia di fare sempre tutto su misura del cliente». Una modalità di lavoro che rimette al centro la relazione e ci porta diritti nel cuore di Vitamina C.

Autore: Paola Provenzano

Mi occupo di comunicazione e dello storytellling di ciò che accade dentro e attorno all’Hub. Sono giornalista professionista: per lavoro e per mia natura sono uno spirito critico e non ho mai smesso di studiare. Mi piace raccontare storie.

Powered by: Dnamicom
>
VITAMINA C:
Via Brambilla 15, 21100 Varese Email: p.provenzano@csvlombardia.it m.vitalone@csvlombardia.it Telefono: 0332 237757
Un’iniziativa di..
CSVINSUBRIA - Centro di Servizio per il Volontariato dell'Insubria sede di Varese – via Brambilla n° 15 21100 Varese