06
09
2016
Il circolo virtuoso di VitaminaC: la reciprocità.

Il circolo virtuoso della reciprocità

La reciprocità è un circolo, che può essere tanto vizioso quanto virtuoso. Ce lo hanno detto fin da quando eravamo piccoli, chi la fa la aspetti. Un dispetto fatto al compagno di classe molesto che poi si vendica, una spinta a nostra sorella che poi ce la rende, magari anche con gli interessi. Allo stesso modo abbiamo vissuto il piacere del dono, del farlo come del riceverlo: dai pacchi da scartare all’aiuto, dato e ricevuto. La nostra memoria è piena – per fortuna – anche di scambi appaganti. Questo è il circolo virtuoso che alimenta i rapporti a dispetto del pagamento in moneta che invece al rapporto mette la parola fine: ti ho pagato, quindi con te ho chiuso.

Lo detto già qualche anno fa Mark Anspach, un antropologo originario della California, autore di “A buon rendere. La reciprocità nella vendetta, nel dono e nel mercato”. E a dirla tutta la reciprocità è il tema su cui, da mesi, ci siamo arrovellati nelle fasi che hanno preceduto il varo di VitaminaC.

Forse perché siamo in un Centro di servizi che si occupa di volontariato, a noi è venuto spontaneo pensare alla reciprocità quando abbiamo cominciato ridare vita allo spazio della Veranda nel nostro Centro. In fondo ridare vita allo spazio, per noi, non era una questione di far quadrare i conti. Piuttosto ci siamo chiesti come “portare a valore”, lo spazio per chi sarebbe venuto, per noi che ci lavoriamo e per tutte le associazioni che già ruotano attorno a via Brambilla.

Siamo anche andati a Milano a vedere cosa accade negli spazi di coworking come Log In e Impact Hub. Abbiamo visto, parlato, chiesto e respirato l’aria che tirava.

Abbiamo concluso che la reciprocità sarebbe stato il nostro tratto distintivo, la password per entrare in VitaminaC.

Come? Attraverso un colloquio con lo staff di VitaminaC, dove verranno individuate le competenze da mettere in condivisione con Cesvov e le Associazioni che ad esso fanno riferimento, e il quantitativo di tempo che ogni Hubber è disposto a donare. Chi vivrà questi spazi – abbiamo pensato – dovrà stare dentro a questa modalità. Come in un circolo virtuoso ciascuno metterà sul piatto ciò che crede possa essere utile nell’ottica della condivisione di competenze e conoscenze. Per il bene della Community, del Centro, delle Associazioni che sono al nostro fianco. Ma soprattutto per il suo stesso bene, perché nella relazione positiva ci si guadagna sempre.

Autore: Paola Provenzano

Mi occupo di comunicazione e dello storytellling di ciò che accade dentro e attorno all’Hub. Sono giornalista professionista: per lavoro e per mia natura sono uno spirito critico e non ho mai smesso di studiare. Mi piace raccontare storie.

Powered by: Dnamicom
>
VITAMINA C:
Via Brambilla 15, 21100 Varese Email: p.provenzano@csvlombardia.it m.vitalone@csvlombardia.it Telefono: 0332 237757
Un’iniziativa di..
CSVINSUBRIA - Centro di Servizio per il Volontariato dell'Insubria sede di Varese – via Brambilla n° 15 21100 Varese