27
12
2016

Tempo di bilancio, con lo sguardo all’anno che arriva

Verso il nuovo volontariato che passa attraverso l’integrazione tra studio, lavoro e impegno per la comunità. Questo il senso del progetto che abbiamo voluto chiamare VitaminaC, un ricostituente che vuole fare emergere le potenzialità latenti della nostra realtà varesina, giovanile e non.

VitaminaC ha aperto i battenti a luglio in via sperimentale e poi da settembre l’attività è partita con l’arrivo degli hubbers, ma anche con le attività di Alta formazione e gli eventi Off topic: a circa sei mesi dall’avvio dunque è possibile e ragionevole fare un primo seppur parziale bilancio e guardare al futuro.

I numeri ci dicono che le cose si stanno muovendo nella direzione giusta. Le ore di utilizzo degli spazi hanno continuato a crescere passando dalle 67 di settembre (su di un totale di 200 ore di apertura) alle 198 di novembre: a sfruttare gli spazi sono soprattutto freelancers e in maggioranza donne.

Al di là delle cifre a VitaminaC quelle che stanno crescendo sono le relazioni, che permettono a persone, associazioni e a noi stessi, di condividere conoscenze e competenze e creare occasioni di riflessione e lavoro comune.

A questo riguardo possiamo citare il tavolo sul Riuso degli Spazi che è scaturito dall’evento legato alla mostra Mapping Mafia, ospitata ad ottobre negli spazi di Vitamina C. In quella occasione si è aperto un dialogo con l’associazione Libera che ha portato a proseguire il discorso attorno a un tavolo al quale sono stati invitati attori del territorio come il Comune di Varese, ma anche Confartigianato Varese, alcuni architetti e associazioni. Da questo percorso iniziale si pensa di proseguire nel 2017 con un focus specifico legato al tema della “Presa in carico del bene comune”.

Vale la pena ricordare anche l’incontro con Flaviano Zandonai che, all’interno di Glocal2016 (festival del giornalismo digitale che si svolge ogni anno a Varese) ha presentato proprio nei nostri spazi il suo libro dedicato all’Impresa Ibrida permettendo di approfondire una tematica fondamentale in questo momento di transizione per il terzo settore alla luce della riforma.

Per guardare ancora un po’ al futuro possiamo dire che gli spazi di VitaminaC accoglieranno, già nei primi mesi dell’anno, Lab2017, percorso pensato per le associazioni giovanili del territorio e finalizzato alla loro valorizzazione e crescita. In questa occasione ospiteremo la mostra itinerante “Generazione Millennio, l’occasione del Volontariato”, nata in Expo grazie al fotografo Fabrizio Annibali per raccontare la voglia di impegno dei volontari che hanno prestato servizio sul sito espositivo. Un progetto promosso da CSVnet – Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato e Ciessevi – Centro Servizi per il Volontariato Città Metropolitana di Milano. Attualmente la mostra è esposta a Milano presso l’Urban Center di Galleria Vittorio Emanuele fino al 19 gennaio prossimo.

Ci sono altri progetti che si stanno concretizzando ma dei quali per ora non parliamo: chi vorrà essere al nostro fianco nel nuovo anno potrà partecipare e condividere, perché Vitamina C è una comunità aperta.

 

 

Autore: Maurizio Ampollini

Opero da lungo tempo nel volontariato a livello locale e nazionale, avendo ricoperto anche diversi incarichi dirigenziali soprattutto nell’ambito delle associazioni di pubblica assistenza. Dopo aver insegnato presso diverse scuole medie superiori, ho diretto l'Archivio Storico e la Biblioteca Generale del Seminario Arcivescovile di Venegono Inferiore. Ho curato diverse pubblicazioni dedicate al terzo settore e alla storia locale. Dal 1999 sono direttore del Cesvov.