27
11
2016

Off Topic – Raccontare il mistero

Come dice il dizionario, Mistero è tutto ciò che sfugge alle capacità di comprensione. Ciò che quindi desta inquietudine ma anche -molto spesso- curiosità. La storia ne è piena, e anche la letteratura non è da meno. Unica differenza è che, nel secondo caso, l’autore ha sempre previsto una risoluzione che permetta al lettore di tirare un sospiro di sollievo…alla fine. Ma come si fa a conquistare l’attenzione di un lettore dalle prime pagine e poi portarla fino alle ultime? Come si fa a “Raccontare il Mistero”?

Ne parleremo con gli ospiti dell’omonimo incontro che si terrà il 1° dicembre, in occasione dell’inaugurazione di Prima Pagina, la mostra delle Locandine di Viva Mag. Ecco chi interverrà:

 

CORRADO ROI
Disegnatore dall’età di 16 anni, a metà degli anni ottanta Corrado Roi debutta sulle pagine delle testate della Bonelli, prima con Mister No e Martin Mystère, per poi passare ad illustrare le tavole di Dylan Dog, del quale diviene uno degli autori più apprezzati. Sebbene il suo nome resti legato al celebre indagatore dell’incubo, Roi lavora anche ad altri volti noti del fumetto come Tex, Brendon, Julia, Magico Vento e Dampyr. Nel 2014 tiene a battesimo una nuova collana collaterale di Nathan Never (Le Grandi storie di Nathan Never) illustrandola in coppia con Davide Rigamonti. A marzo 2016 rilascia Ut, mini-serie ideata da Roi, ambientata in uno scenario post-apocalittico, dove la civiltà umana è scomparsa, e il mondo è popolato da nuove specie governate dai loro bisogni primordiali.

Oppure leggi qui lo speciale su Corrado Roi realizzato da Lo Spazio Bianco, in occasione di trent’anni di Dylan Dog.

 

EDIZIONI dESTE
E’ una casa editrice che, come si legge sul suo sito: “diffonde cultura, bellezza, etica, arte, educazione e legalità.” A “Raccontare il mistero” presenta “Sabbia – Sand”, romanzo bilingue scritto da Eva F Dewalker e illustrato, in stile graphic novel, da A. Varani. Presentato prima dell’estate al Salone Internazionale del Libro di Torino, Sabbia/Sand è già stato considerato un caso editoriale.

Siamo nel 2066. Il mondo è cambiato ma certe cose rimangono sempre le stesse. In un meraviglioso borgo di mare, dove la bellezza della natura e delle atmosfere del passato non è spenta dalla modernità, giunge Emma, videomaker. Eva F Dewalker, un’amica di famiglia recentemente scomparsa, le ha lasciato ogni suo avere, a una condizione: che Emma esegua alcune sue volontà. Seguendo le istruzioni contenute negli scritti di Eva e le rivelazioni di un manoscritto ancora inedito, Emma comprenderà il proprio bisogno di cambiamento e scoprirà il seducente mistero che rende magica la spiaggia, sulle tracce del Comandante,leggendario uomo di mare e pittore, chesapeva dipingere il colore degli istanti e che ha lasciato al mondo qualcosa di eterno. Sulpalcoscenico di un villaggio di riviera in cui ognuno può rivedere il suo posto di mare del cuore, sulla veranda dello stabilimento balneare di Gian e sulla spiaggia, si incontrano la videomaker Emma Strani, la sua anziana ospite Deiva, la bionda traduttrice Aileen, il nuovo medico del paese Radu, il documentarista giramondo Sandro e altri ancora. Una commedia sentimentale marinara con incursioni di fantastico, romantica, briosa e toccante,sulla magia e sulla forza implacabile dei desideri e dell’amore, al di là del tempo e dello spazio, e persino oltre i confni della vita terrena.

 

PIETRO MACCHIONE EDITORE
A proposito della Casa Editrice, il fondatore racconta: “Nel 1994 ho fondato la Macchione Editore. Molti mi dicevano:- Chi te la fa fare?- Ho fatto molti sacrifici: in quegli anni facevo anche l’assessore e mi dividevo tra la scuola e la politica. Dormendo poco come il mio solito, sono riuscito a fare tutto lo stesso.
Come casa editrice siamo partiti con 6 volumi all’anno per arrivare ai 60-70 di oggi. Abbiamo circa un migliaio di titoli, da Varese ci siamo estesi alla provincia, alla Lombardia, Liguria, Val d’Aosta al Veneto, alle Dolomiti… Non abbiamo un genere preciso, abbiamo varie collane, le guide, la narrativa che adesso sta crescendo.” Intervista completa qui.

A “Raccontare il mistero” presenta “Il mistero del Monastero di Cairate”, scritto da Silvio Foini. E’ l’anno 1176, e siamo al monastero di Cairate (VA). La giovane Odilia, rampolla di una casata nobiliare di Pavia, sente fortissima la vocazione a farsi monaca ed entra nel monastero di S. Maria Assunta a Cairate. Da subito accadono fatti strani. Una delle cosiddette “monache velate”, le più anziane ed influenti, è in contatto con un demone che abita il luogo da tempi immemorabili, prima ancora della fondazione del monastero. L’oscura presenza diventa sempre più ingombrante. Tutto questo all’alba della battaglia di Legnano, quando il Barbarossa sarà ospite tra le mura del monastero.

Autore: Elisa Begni

Ho una laurea in filosofia e un'inesauribile curiosità. Mi affascina il mondo della comunicazione -da quella digitale a quella interpersonale- e mi piace ascoltare le storie che le persone hanno da raccontare. Mi occupo della gestione dell'hub, della creazione della community che gli gravita attorno e dell'organizzazione degli eventi.