17
09
2018
Chi è e cosa fa l'operatore culturale. Descrizione della professione dell'operatore culturale col Servizio Civile Nazionale 2018 di Csv Insubria

L’operatore Culturale: identikit di una professione in crescita

Abbiamo già parlato della figura professionale dell’Operatore Culturale e di come negli ultimi anni sia diventata via via sempre più rilevante (leggi qui). Oggi proviamo a indagare un po’ più nel dettaglio di che cosa si occupa, che competenze deve sviluppare e che caratteristiche deve avere un aspirante operatore culturale.

Chi è?

Secondo l’atlantedelleprofessioni.itL’Operatore Culturale svolge attività di mediazione tra il sistema artistico e culturale* e i vari tipi di pubblico che fruiscono delle iniziative organizzate, attraverso la gestione di un progetto culturale (project management) che comprende interventi di tipo gestionale, programmatorio, organizzativo e di servizio. A partire dall’analisi del contesto in cui deve operare, l’operatore culturale ne individua le esigenze culturali e cura gli aspetti organizzativi necessari a sviluppare l’idea di partenza e la realizzazione operativa del progetto.
*Artisti, finanziatori, stakeholders, critici, giornalisti.”

Cosa fa?

Analizza il contesto individuando le esigenze culturali e proponendo delle iniziative che possano rappresentare delle risposte efficaci. Definisce il piano organizzativo e operativo dell’iniziativa, occupandosi anche di reperire le risorse economiche, materiali e umane necessarie; stringendo anche accordi, convenzioni e contratti con artisti e partner. Segue poi lo svolgimento dell’evento o dell’iniziativa, curandone l’aspetto tecnico, burocratico e logistico. Si occupa inoltre di definire e gestire la comunicazione dell’iniziativa prima e durante. Collabora infine alla valutazione dell’impatto culturale, sociale ed economico generato.

Che cosa deve sapere?

Deve essere in grado di coniugare contenuti artistici e culturali, con un approccio e delle competenze gestionali/manageriali quali: elementi di economia della cultura, organizzazione di eventi, normativa delle attività culturali, elementi di fundraising e conoscenza delle principali tipologie di finanziamento, elementi di storia e cultura del territorio, elementi di budgeting, elementi di marketing, strategie e strumenti di comunicazione.

Che caratteristiche ha?

Creatività, Flessibilità e adattabilità, Leadership, Propensione all’ascolto e al dialogo.

Senti di essere la persona adatta o conosci qualcuno che potrebbe esserlo? C’è tempo fino al 28 settembre per candidarsi ai progetti di Servizio Civile di CSV Insubria.
Leggi qui per saperne di più.

 

TI INTERESSA QUESTO ARGOMENTO? ALLORA LEGGI QUI:

IMPRESA CULTURALE: FOTOGRAFIA DEL FENOMENO

CHE IMPRESA LA CULTURA!

Autore: Elisa Begni

Ho una laurea in filosofia e un'inesauribile curiosità. Mi affascina il mondo della comunicazione -da quella digitale a quella interpersonale- e mi piace ascoltare le storie che le persone hanno da raccontare. Mi occupo della gestione dell'hub, della creazione della community che gli gravita attorno e dell'organizzazione degli eventi.