08
01
2019

LEI – MILENA: UN OFFICE MANAGER VIRTUALE CHE SI PRENDE CURA DEL TUO TEMPO

Una donna, una moglie, una mamma, insieme ad un papà e due meravigliose bambine. Qualche problema economico. E io, la donna-moglie-mamma, non posso stare a guardare: devo fare qualcosa.

Questo è stato il motivo per cui ho iniziato a cercare un sistema per arrotondare lo stipendio da impiegata part-time, che non mi allontanasse però dalle mie bimbe. Mi sono interessata di network marketing e info imprenditoria. Poi ho scoperto una nuova figura professionale che mi ha subito entusiasmato: l’assistente virtuale. Ho imparato cos’è un co-working, ho conosciuto Vitamina C ed Elisa, la quale mi ha invitato a salire sul mio treno: partecipare a LEI. Il suo saggio consiglio mi ha poi portata a concentrarmi su un solo progetto e così ho dovuto effettuare la mia scelta, ma ho poi capito -grazie a Luna- che una scelta non implica l’esclusione definitiva delle altre opzioni e questo concetto mi ha dato molta serenità.

Da quel momento ho accantonato tutte le altre idee che frullavano nella mia testa e sono riuscita a dedicarmi e ad appassionarmi veramente al mio progetto. Col passare delle lezioni, delle esperienze e delle condivisioni con le mie compagne di corso sentivo sempre di più che il mio progetto, già abbastanza chiaro nella mia testa, stava anche entrando nel mio cuore.

La possibilità di confrontarsi con delle professioniste come Luna ed Elisa e con tutte le mie compagne di corso con le loro storie e le loro tappe di crescita, mi ha permesso di scavare realmente dentro me stessa e capire che la mia idea stava prendendo forma sulla retta via.

Anche un grande imprenditore come MJ DeMarco, nel suo “Autostrada per la ricchezza“, spiega l’importanza -nella programmazione del proprio business- di trovare un bisogno reale e di saper dare al potenziale cliente la possibilità di risolverlo. Io ho trovato un bisogno reale: la necessità di risparmiare tempo. Quante volte ho sentito lamentele sull’esiguità delle ore a disposizione!

Ecco il mio scopo è proprio questo: occuparmi di tutte le cose che portano via tanto tempo a chi lavora, rincorrendo tutto il giorno i vari impegni, per ridare a tutti la possibilità di liberare del tempo prezioso da impiegare come più desiderano.

E veramente le lezioni -comunitarie ed individuali- di Luna, docente della scuola di Coaching Umanistico, mi hanno permesso di mettere a fuoco tutti gli aspetti della programmazione di un’attività professionale, che non è fatta solo di scelta del corretto regime fiscale e di marketing o di brand positioning. È molto, molto di più… quando ti rendi conto di avere delle caratteristiche innate e che l’idea imprenditoriale che sta crescendo nel tuo cuore si sposa col tuo essere ed è costruita esattamente su di te, capisci che non è solo un sistema per risolvere un problema economico o per realizzare te stessa, ma è la tua strada che attende di essere percorsa.

Per questo ringrazio chi mi ha dato l’opportunità di partecipare a questo percorso, gli esperti che ci hanno seguito, Pietro Resteghini di Confartigianato Varese, Stefano Selvini del metodo Lego serious play, le mie compagne, in particolare Silvia, che mi ha proposto di collaborare con l’associazione Wareseable che organizza la Varese Design Week, di cui lei fa parte, offrendomi così l’opportunità di mettermi subito alla prova, ma soprattutto alla professionalità, ai consigli e al supporto, anche morale, di due persone veramente speciali: Elisa e Luna.

Autore: Milena Geroldi