29
05
2018

L’Assemblea generale di Confindustria Varese: il sistema manifatturiero e le prospettive per i collaboratori di domani

Lunedì 28 Maggio si è tenuta l’Assemblea Generale di Confindustria Varese, un momento di riunione e di confronto del sistema manifatturiero italiano varesino, per responsabilizzare le imprese locali ai valori dell’appartenenza e della comunità e concorrere, così, a contribuire allo sviluppo socio-economico delle collettività di riferimento. E’ stata l’occasione per conoscere a fondo il tessuto aziendale territoriale (in cui sono localizzate molte aziende storiche che hanno raggiunto i 100 anni di attività) e i punti di forza ivi presenti, vediamo qui un affondo su quanto emerso dal dibattito.

Dai dati presentati è risultata la forte vocazione all’imprenditoria della Provincia di Varese: l’industria qui è composta principalmente dal settore manifatturiero (le imprese attive per km2 sono 7,3), che genera oltre il 30% del valore aggiunto e impiega il 33% degli occupati. Per l’ambito congiunturale e internazionale, emerge un aumento dei livelli produttivi esteso a tutti i settori, con esportazioni pari a 9.781 milioni di euro e in incremento del 3%. L’andamento occupazionale è pure positivo e la forza lavoro raggiunge 415.000 unità (sia il tasso di attività che di occupazione sono in aumento e pari al 72.4% e 67,6%). Rilevante è anche la contrazione delle ore autorizzate di Cassa Integrazione Guadagni, in diminuzione del 45,9% e ora pari a 6.463.767 unità.

Durante i lavori dell’Assemblea molta attenzione è stata soprattutto riservata al tema delle giovani generazioni, i collaboratori di domani, con l’individuazione dell’esigenza per le imprese locali di spendere energie, risorse e contatti per promuovere una filiera educativa estesa in Provincia e di divenire luoghi idonei allo sviluppo di competenze e di passioni. Ad oggi, grazie alle iniziative attivate localmente, sono coinvolti in progetti formativi 180 imprese, 5.300 giovani e 80 scuole sia elementari che superiori.

Complessivamente dalla giornata di studio si è potuto comprendere come, nel panorama varesino, sia effettivamente presente una comunità imprenditoriale che rafforza l’identità territoriale e consolida le basi della collettività, verso la realizzazione di uno sviluppo virtuoso e una crescita che migliori la qualità della vita locale e offra opportunità a livello diffuso e in logica inclusivo.

Autore: ELEONORA MAGLIA

Svolgo ricerche sui progetti a finanziamento non pubblico di risposta ai nuovi rischi e bisogni sociali, per il Laboratorio Percorsi di Secondo Welfare del Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi di Torino. Pubblico articoli sui piani di investimento sociale per la testata on line www.secondowelfare.it e sono ormai prossima PhD in Economics of Production and Development (come progetto sto studiando i piani multistakeholder per il welfare community attuati nella Provincia di Varese).