21
05
2018
Anche VitaminaC partecipa al Festival dello sviluppo sostenibile con un'attività sull'impresa e la cultura

CHE IMPRESA LA CULTURA! VITAMINA C PER IL FESTIVAL DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

Anche  noi come CSV Insubria e VitaminaC partecipiamo quest’anno con l’evento Che impresa la cultura! alla seconda edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, promosso da Asvis .

La sfida che raccogliamo come VitaminaC rispetto alla Risoluzione Onu “Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 dello Sviluppo Sostenibile” è quella di contribuire al lavoro sullo sviluppo armonico delle città.

In particolare abbiamo colto l’occasione per lavorare sul tema della Cultura, letta in un’ottica di promozione umana, e sul suo diventare Impresa. Un tema caldo, soprattutto in un paese come l’Italia, che ha forse il miglior patrimonio artistico e naturalistico del mondo; e un tema sentito anche a Varese e provincia, diventata da qualche anno l’habitat ideale per alcune esperienze culturali interessanti, già orientate alla sostenibilità e all’imprenditoria.

Attenzione a non confondere però! Se -in un’epoca nemmeno troppo remota- essere un prodotto culturale significava strappare una competenza allo Stato e metterla in mano alle inevitabili manipolazioni del privato profittevole e perciò “cattivo”, oggi esistono nuovi modi e nuove categorie per ambire a fare della Cultura un’Impresa.

Modalità che affondano le radici in quell’associazione collaborativa richiamata dall’ONU e che trovano -nelle inedite forme odierne di produzione e scambio – dei nuovi strumenti di relazione e partecipazione. La cultura come impresa rappresenta lo sforzo, molto contemporaneo, di muoversi verso un’economia della conoscenza, che impieghi lavoratori altamente qualificati e che riconosca nello sforzo economico un motore che può dare vita alla promozione delle espressioni artistiche e alla fruizione culturale dei territori.

Per questo motivo, qui a VitaminaC, abbiamo deciso di dare vita a un laboratorio di conoscenza (su invito) che favorisca l’emersione e la qualificazione delle start-up e imprese culturali del nostro territorio, al fine di attualizzarne la mission e mettere in comunicazione i saperi e le risorse territoriali. Un’occasione per supportare questa nuova classe imprenditoriale giovane e dinamica che ha trovato, mi auguro, un nuovo capitale.

Ti interessa il tema dell’Impresa Culturale? Leggi qui:

Impresa Culturale: Fotografia del Fenomeno

Che impresa la cultura! Il no profit a matrice culturale sotto i riflettori

Autore: Morena Tevisio

Mi occupo di formazione, educazione non formale e attivazione di percorsi. Al Cesvov sono la persona di riferimento per quanto riguarda il Servizio Volontario Europeo e la mobilità giovanile in Europa.