30
07
2020

C come… Co-pensare!

Co-pensare, è questo il neologismo nato durante la C come Community del 21 luglio, l’ultima prima della chiusura estiva e la prima di persona, dopo il lungo periodo di lockdown.

Vitamina C non si è fermata ma, lo ammettiamo, ha rallentato il passo, così come tutti noi. Questi mesi ci hanno portato una grande necessità di riorganizzarci, di capire come gestire il tempo, di imparare a mettere dei limiti tra i diversi tempi di vita (il tempo del lavoro, della casa, del gioco, il tempo libero) che prima erano spesso assicurati dalla diversità dei luoghi fisici. Proprio come il nostro hub, luogo di incontro capace di offrire uno spazio di lavoro e di condivisione, con confini fluidi, ma in grado di farci concentrare sui nostri progetti, al di là delle altre incombenze quotidiane.

Un luogo così ci è mancato.

Questi mesi, soprattutto all’inizio, sono stati anche momenti di grande slancio, di creatività, di inventiva, di sogni per il futuro, per “quando saremmo tornati alla normalità” e poi di innovazioni per continuare a fare e progettare anche nelle restrizioni di questa nuova normalità. La normalità

Siamo sicuri che per qualche istante, ognuno di noi ha afferrato l’idea di normalità alla quale vorrebbe tornare e si è dato il permesso di ammettere che la normalità che desidera è qualcosa di diverso da ciò a cui è sempre stato abituato: vogliamo una vita più green, un impatto più sostenibile delle nostre azioni, una casa più accogliente e serena, meno relazioni ma più sincere, più tempo per la famiglia, più tempo per soddisfare le nostre curiosità, e infine più tempo per noi, per il nostro corpo e per nutrirlo a dovere… e viaggiare, andare ai concerti, a teatro, ai festival..  ecco, come ci sono mancate queste cose!

Non facciamoci sfuggire queste intuizioni.

Vitamina C va in vacanza, ma non senza prima aver dedicato due C come Community alla relazione con voi, a conoscervi come risorse, a raccogliere le vostre idee, la vostra energia, i vostri progetti personali e per lo spazio (eh sì, era tutto fatto apposta!), a spendere del tempo a co-pensare, il primo necessario passo per un futuro lavoro di riprogettazione e co-progettazione in sinergia.

Vi salutiamo con la girandola che vedete nella foto sopra, alimentata non solo dal vento, ma anche dalle parole, le nostre. Il punto di partenza per settembre.

Buona estate a tutti!

“E così con il sole e le grandi esplosioni delle foglie che crescevano sugli alberi, avevo quella convinzione familiare che la vita ricominciava con l’estate.”
Francis Scott Fitzgerald

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore: Martina Vitalone